Itinerari di arte

Itinerari di arte

I nostri borghi veri e propri giacimenti culturali. More »

Itinerari naturali

Itinerari naturali

Un territorio verde ancora incontaminato vera sorgente di benessere More »

Eventi altobradano

Eventi altobradano

CANCELLARA SALSICCIA FESTIVAL 9 - 10 SETTEMBRE 2017 More »

 

Category Archives: Turismo Basilicata

Basilicata Sereno Variabile in onda Rai il 16 settembre 2017

  • Basilicata – Sereno Variabile in onda Rai il 16 settembre

Nuovi press tour in Basilicata

Sereno Variabile in onda il 16 settembre 2017

Alla ripresa dopo l’estate la promozione turistica della regione riparte dal protagonismo sui media nazionali, grazie soprattutto all’attività di sostegno e organizzazione dei press tour e degli educational da parte dell’APT Basilicata. In queste settimane diverse sono state le visite e le attività che troupe televisive e giornalisti hanno realizzato in Basilicata al fine di raccogliere informazioni e contenuti da pubblicare o mandare in onda sulle varie emittenti. 

E’ il caso, in particolare della puntata di Sereno Variabile in programma per il prossimo sabato 16 settembre su Raidue; dopo circa una settimana di riprese nel Vulture agli inizi del mese, la produzione ha comunicato all’APT la messa n onda della trasmissione condotta dal nuovo volto Giovanni Muciaccia, noto soprattutto al pubblico di famiglie per la nota trasmissione Art Attack, e lo storico conduttore e ideatore Osvaldo Bevilacqua. L’intero territorio con le sue tipicità, tradizioni, la sua storia e cultura, i suoi sapori, i suoi luoghi e la sua natura, selezionati dagli autori del programma a seguito di vari sopralluoghi, saranno raccontati al vasto pubblico di Raidue cha da quasi 30 anni il programma raggiunge. A Sereno Variabile si aggiungono in queste settimane anche altre azioni di accompagnamento e supporto che l’Agenzia di Promozione Territoriale ha condotto: è il caso della TV olandese 3 Op Reis, su un itinerario da Maratea alle Dolomiti Lucane e poi da S.Chirico Nuovo e Matera, passando per Ferrandina. Altro tour ha visto protagonista la giornalista di Style Rcs, Ornella D’Alessio, rimasta particolarmente colpita dal suo tour nel Melandro e alla Grancia. Inoltre ancora Matera e Calanchi sono stati location di visita di due fotoreporters del National Geografic“Il sostegno e l’organizzazione dei press tour – spiega il direttore generale dell’APT Mariano Schiavone – è un’azione costante che consente di raccogliere risultati a medio termine che interessano tutto il territorio lucano. In questo periodo stanno andando in onda o leggiamo sui giornali i risultati del nostro lavoro di mesi fa, nel frattempo accompagniamo nuove azioni di cui trarremo beneficio più in là, sfruttando anche il web ed i canali social che amplificano l’effetto. Un’azione continua che utilizza vari mezzi di comunicazione e vari format che ampliano la platea dei target interessati alla nostra regione”.

                          

Il Premio Heraclea conferito all’imprenditore Umberto Montano

  • Tortorelli: assegnato “all’onestà e all’impegno dei singoli”, il Premio Heraclea offre nuovi incontri con il nostro territorio e getta i presupposti per creare percorsi di crescita e sviluppo.

“Un uomo, un imprenditore e un amico di vecchia data che è stato capace di preservare i più autentici e distintivi tratti della lucanità, quali onestà e perseveranza, e di coniugarli con quella che il fotografo Oliviero Toscani dal palco del Premio Heraclea ha ben definito come la “qualità rara di capire il futuro”, tutto questo è Umberto Montano – afferma il presidente della Camera di commercio di Matera Angelo Tortorelli - e sono stato ben felice di consegnargli la targa che testimonia la riconoscenza della sua terra d’origine, di tutti noi”.

Il presidente della Camera di commercio di Matera Angelo Tortorelli, domenica sera a Policoro sul palco della sesta edizione del Premio Heraclea, ha consegnato il riconoscimento a Umberto Montano. Imprenditore turistico e della ristorazione, nato a Stigliano e costretto a lasciare la sua terra - non con le valigie di cartone, ma con le buste di plastica, come lui stesso racconta, per Firenze dove sognare era possibile - oggi Montano è riconosciuto a livello internazionale quale promotore nel mondo delle tipicità enogastronomiche nazionali e quale inventore ed ideatore di importanti format legati all'arte culinaria.

Per i successi raggiunti, per essere interprete dei valori più autentici della lucanità, a Umberto Montano è stato consegnato il Premio Heraclea.

“Conosco Umberto da tantissimi anni. L’ho visto partire, lasciare la sua terra. L’ho seguito nei suoi successi – conclude Angelo Tortorelli – ho risposto con gioia all’invito degli organizzatori a partecipare alla serata, per Umberto Montano e per testimoniare la vicinanza della Camera di commercio di Matera a un premio che come sottolinea il Presidente onorario dell’Heraclea il giornalista Rocco Brancati è assegnato “all’onestà e all’impegno dei singoli”. In una serata organizzata con professionalità dal direttore artistico Mario Carlo Garrambone, sono state conferite targhe “di riconoscenza a personalità che non hanno bisogno di essere premiate per vedersi confermare il loro valore”. Un valore che, però, deve essere rimarcato. Premi come l’Heraclea sono valide vetrine e hanno il pregio di consentire ritorni e nuovi incontri con il nostro territorio. La Basilicata non è più quella che Montano ha lasciato negli anni ’80. Con la designazione a Capitale Europea della Cultura per il 2019, Matera e la regione tutta possono e devono diventare luoghi dove sognare è possibile. Ritrovare il nostro territorio, ritrovare i nostri uomini e costruire con loro nuovi percorsi anche imprenditoriali e di sviluppo, un premio come l’Heraclea ne offre i presupposti”.

Riscoprendo Monte Torretta

  • I tesori nascosti del Museo Provinciale di Potenza” è il titolo dell’allestimento che verrà inaugurato il prossimo 18 agosto 2017

"Riscoprendo Monte Torretta di Pietragalla. I tesori nascosti del Museo Provinciale di Potenza” è il titolo dell’allestimento che verrà inaugurato il prossimo 18 agosto 2017 al Museo archeologico provinciale Michele Lacava, in via Lazio, 18 (Potenza)- ore 18.00.
L’inaugurazione della mostra archeologica e documentaria rappresenta una tappa significativa di un lungo percorso di sinergie istituzionali, iniziato qualche mese fa con l’attivazione da parte della Provincia di Potenza dell’Art Bonus per finanziare l’esposizione e proseguito, in seguito, con la sottoscrizione di una intesa per la valorizzazione del sito di Monte Torretta tra Provincia di Potenza, Comune di Pietragalla, Apt, Regione Basilicata, Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio, Polo museale regionale, Cnr-Ibam, Università di Basilicata, Université Paris 1 Panthéon Sorbonne e Humboldt-Universität zu Berlin. La mostra, concepita e diretta da tre archeologi lucani, V. Capozzoli, A. Di Noia e L. Zotta, si inserisce dunque nell'ambito di un ambizioso progetto di ricerca storico-archeologica avviatosi lo scorso 7 agosto con la ripresa sul sito, dopo 50 anni dagli ultimi studi, di una prima campagna di ricerche grazie all’impegno dei due enti universitari stranieri. Dell’articolata struttura organizzativa fa anche parte, per la prima volta nella storia della ricerca archeologica in Basilicata, il Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO della Regione Basilicata.
Dopo i saluti del presidente della Provincia di Potenza Nicola Valluzzi e del sindaco di Pietragalla Nicola Sabina, interverranno all’inaugurazione Enrico Spera, dirigente Edilizia e Territorio della Provincia di Potenza, Francesco Canestrini, Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio, Vincenzo Capozzoli, Olivier de Cazanove e Alain Duplouy, Université Paris 1 Panthéon Sorbonne, Michele Cignarale, progettista culturale, Agnes Henning, Humboldt-Universität zu Berlin, Luigi Zotta, referente per l’Area Cultura e Innovazione del Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco della Regione Basilicata e Mariano Schiavone, direttore dell’Apt.
La mostra consentirà di riscoprire nei molteplici aspetti le indagini di Ranaldi – direttore del Museo Provinciale di Potenza tra il 1956 ed il 1965 e artefice dei primi scavi sul sito – e costituirà al contempo il ritorno sulla scena nazionale e internazionale di alcune straordinarie opere d’arte, come una superba statuetta bronzea raffigurante Eracle in lotta con il serpente dell’Idra o ancora un prezioso thymiaterion bronzeo con gallo mobile realizzato nel medesimo materiale.


NUOVO PRESIDENTE DEL DISTRETTO DI TURISMO RURALE LE TERRE DI ARISTEO

  • E’ stato eletto, all’unanimità, nuovo Presidente Antonio Miele, in sostituzione di Nicola Vertone,

Avvicendamento al vertice del Distretto di Turismo Rurale Le Terre di Aristeo. Nell’Assemblea di ieri mattina presso la Confartigianato di Potenza è stato eletto, all’unanimità, nuovo Presidente Antonio Miele, Presidente della Confartigianato e già Vice-Presidente dello stesso Organismo Distrettuale, in sostituzione di Nicola Vertone, Presidente Unione dei Comuni dell’Alto Bradano che è stato riconfermato, insieme agli altri, componente dello stesso Comitato di Distretto. L’Assemblea è stata anche l’occasione per affrontare le tematiche e le questioni relative al turismo in Basilicata anche alla Luce del Piano Strategico Nazionale, con particolare attenzione alle forti potenzialità offerte dal territorio che fa riferimento al Distretto. Il Presidente Miele, nel ringraziare Vertone per il lavoro fin qui svolto, ha ribadito la necessità - condivisa da tutti - di una ripresa dell'attività del Distretto più incisiva e maggiormente partecipata da parte degli operatori e delle comunità che hanno condiviso e che vorranno condividere la filosofia, la struttura, gli obiettivi, le modalità operative e i contenuti della proposta che è stata ed è a base della istituzione e della esistenza del Distretto. Tutti hanno riconosciuto estremamente utile e necessario consolidare e attivare una migliore e più efficace sinergia fra tutte le entità ed Istituzioni operanti nello stesso territorio per consentire gli stessi obiettivi. L’Assemblea ha rivolto alle Istituizioni locali e Regionali in particolare, una ulteriore sollecitazione di sostegno al programma del Distretto, così come già approvato in sede di costituzione.

67° Raduno nazionale Bersaglieri – Matera 2019

  • CONFERENZA STAMPA POTENZA, 28 luglio 2017, ore 10 Sala Verrastro – Regione Basilicata

Venerdì 28 luglio 2017, alle ore 10, il Comitato organizzatore del 67° Raduno nazionale dei Bersaglieri presenterà alla stampa il l'evento che coinvolgerà Matera e la Basilicata dal 13 al 19 maggio 2019. L’Agenzia di Promozione Territoriale si occuperà di coordinare le attività previste sul territorio: 70 concerti delle Fanfare dei Bersaglieri nelle città e nei paesi della Basilicata, eventi artistici, culturali, sportivi e la sfilata finale dei 100mila Piumati a Matera.
L’iniziativa vede la collaborazione dell’ANCI Basilicata e del Comune di Matera.

All’incontro interverranno:
Marcello PITTELLA, Presidente della Giunta Regionale di Basilicata
Mariano SCHIAVONE, Direttore Generale Apt Basilicata
Daniele CAROZZI, Presidente Associazione Nazionale Bersaglieri
Agostino PEDONE, Generale di Corpo d’Armata
Biagio CILLO, Presidente regionale ANB Basilicata / Comitato organizzatore

Saranno presenti le autorità civili e militari.

PRESENTAZIONE DELLA GUIDA “BASILICATA IN MOTO”

  • Sei itinerari per esplorare la Basilicata

Lunedì 24 Luglio 2017, alle ore 17.30, presso la Sala degli Specchi del Teatro F. Stabile di Potenza, verrà presentata la Guida "BASILICATA IN MOTO" realizzata dall'APT Basilicata. La Guida illustra sei itinerari, stimati in 1900 Km, che seguono la storia e la geografia della Regione, per accompagnare il mototurista in luoghi noti e meno noti attraverso notizie sulle bellezze paesaggistiche, culturali ed enogastronomiche del territorio. Alla presentazione interverranno, oltre al Sindaco di Potenza Dario De Luca, il Direttore Generale dell'APT Basilicata Mariano Schiavone e i rappresentanti delle Associazioni Motoclub della Basilicata.

Il Patrimonio Culturale immateriale della Basilicata

  • Presentati a Matera il sito e la App “Patrimonio Culturale della Basilicata”

Partecipare al “Maggio di Accettura” o alla raccolta dei fiori di sambuco a Chiaromonte, rintracciare i luoghi di Leonardo Sinisgalli, Rocco Scotellaro e Carlo Levi, da oggi sarà più semplice: il patrimonio culturale immateriale della Basilicata è a portata di click, sia on line che tramite App.
La società ICT Business Solutions, soggetto attuatore per l’Ufficio Sistemi culturali e turistici della Regione Basilicata, ha realizzato il portale tematico: Patrimonio Culturale della Basilicata www.patrimonioculturalebasilicata.it
Dal sito si può scaricare l’omonima App, disponibile gratuitamente anche negli store Itunes e GooglePlay.
Sito e App sono stati presentati questa mattina a Matera nel corso di una conferenza stampa indetta dall’Ufficio Sistemi culturali e turistici-Regione Basilicata.
“Oggi presentiamo i frutti di un lavoro, iniziato nel 2014, di co-progettazione dei comuni insieme alla Regione Basilicata per identificare il patrimonio immateriale – ha spiegato la Dirigente Ufficio Sistemi culturali e turistici Regione Basilicata Patrizia Minardi –; una task force costituita da rappresentanti di università, centri di ricerca e Regione ha censito ed approvato 141 patrimoni culturali immateriali presenti in 81 Comuni della Regione. E sono questi 141 patrimoni immateriali che oggi promuoviamo, ma il lavoro è in itinere ed implementabile, in quanto è una mappatura aperta: ogni anno da ottobre a febbraio possono esserci nuove candidature, che saranno vagliate e andranno a rafforzare l'offerta e la qualità turistica".  Sito e App georeferenziano il patrimonio immateriale della Basilicata e al contempo offrono informazioni di carattere storico e artistico e offrono indicazioni per pernottare e mangiare: il sito e la App “accompagnano” virtualmente l’utente alla scoperta della regione. “Abbiamo ideato e realizzato un portale web, dalla veste grafica sobria ed elegante – afferma Giovanni Grimaldi della ICT Business Solution - capace di suscitare il coinvolgimento emozionale dell’utente. Il sito georeferenzia i 141 ben immateriali censiti dalla Regione Basilicata. Il motore di ricerca interno consente di effettuare ricerche per data, per distanza chilometrica, per area tematica d’interesse, o di intrecciare tutti questi dati. La App, attraverso la geolocalizzazione attivata dall’utente, permette inoltre di conoscere anche le distanze chilometriche fra l’utente e il luogo che si vuol visitare. Attraverso la consultazione del sito e della App, si dispone di strumenti efficaci per pianificare in autonomia la propria visita in Basilicata”. Il sito, così come la App, offre cinque percorsi tematici che : Storico, Demoetnoantropologico, Artistico, dei Saperi tecnici e artigianali e sulla Santità e vissuto religioso. Ciascun percorso presenta eventi e appuntamenti, che si svolgono nel corso dell’anno, tradizionali o di nuova ideazione: dalle processioni religiose alle rievocazioni storiche, dai riti del Carnevale alle manifestazioni che, promuovendo l’enogastronomia di qualità, contribuiscono a preservare l’identità dei territori. Le schede che presentano i beni sono corredate da una breve introduzione ai luoghi e ai contesti e offrono ulteriori spunti per viaggi e visite. Le schede sono corredate da immagini e video e sia il sito che la App permettono la condivisione su Facebook e Twitter. Attivo anche il canale You Tube “Patrimonio Culturale della Basilicata”. “Sia il portale che la App pongono in relazione luoghi, eventi culturali e patrimonio storico–artistico – prosegue Giovanni Grimaldi della ICT - superando la frammentazione delle informazioni. Un patrimonio culturale immateriale di così grande valore può e deve contribuire a migliorare l’offerta turistica della Basilicata, anche in vista di Matera Capitale europea della cultura per il 2019. Tutti i contenuti – ha poi concluso Grimaldi – sono open, tramite i formati: CSV, KML, ICS. Sito e App saranno costantemente implementate, per l’inizio di agosto 2017 anche la App sarà anche in lingua inglese mentre il sito è già on line in italiano e in inglese”.

Schiavone: “L’attenzione a Potenza è costante”

  • Nota del direttore Generale APT Mariano Schiavone su attività relativa a Promozione di Potenza città

All’Agenzia di Promozione Territoriale della Basilicata non sfugge il ruolo e il peso della città capoluogo, non sfugge l’interesse per la propria città da parte dei singoli rappresentanti istituzionali ma soprattutto all’APT non sfugge il peso turistico che Potenza può avere, tanto in termini di potenzialità quanto in termini di prodotto effettivamente fruibile. E l’APT, nonostante non sia direttamente chiamata a costruire prodotto ma a promuoverlo, spesso riesce a contribuire anche nella realizzazione e creazione di offerta finalizzata a particolari target di riferimento.

È il caso, ad esempio, del Capodanno Rai in cui il ruolo di questa Agenzia è stato particolarmente evidente anche in fasi non immediatamente a ridosso dell’evento ma lavorando su azioni di cosiddetta “coda lunga”.  È il caso anche di altre svariate altre azioni di promozione, molte delle quali richiedono progetti mirati ed investimenti di risorse economiche anche importanti. Pensiamo, ad esempio, all’iniziativa èpotenza.it, o al sostegno forte per la Parata dei Turchi, alla continua comunicazione online e offline anche attraverso la definizione di itinerari di press tour che molto spesso fanno tappa a Potenza, a materiale editoriale di vario genere. In questa scia si colloca ad esempio la recente puntata girata anche a Potenza dal conduttore RAI, Mario Tozzi, per il suo programma “Fuori luogo”, che andrà in onda nelle prossime settimane.

Un lavoro costante e quotidiano che si innesta all’interno di un rapporto di collaborazione e condivisione con l’Amministrazione comunale della città a cui chiediamo di confermare questa sinergia costante in tante azioni singole che, chiaramente, fanno capo ad un unico obiettivo che è promuovere e far crescere la città.

Dunque non riteniamo sia esaustivo fotografare una sola azione singola e dedurre che Potenza viene “nascosta” dll’Apt ai turisti; un caso singolo peraltro affidato alle cure redazionali di professionisti di un singolo media (l’inserto del Corriere dello Sport) che si rivolge ad un pubblico specifico e con particolari attitudini all’avventura, allo sport, alla natura, all’outdoor in generale. Lo conferma anche lo spazio che viene dedicato dalla redazione alla citta di Matera, che potrebbe essere da alcuni considerato esiguo in relazione al peso turistico che la Capitale della Cultura per il 2019 ha in questo momento per l’intera immagine della Basilicata. Dunque scelte relative ad un prodotto che però vanno incastonate in un percorso più ampio e più lungo, i cui risultati non vengono certo nell’immediato ma sono frutto di pazienza e costanza, oltre che di collaborazione con la comunità.

Ed è proprio sul prodotto di offerta turistica che bisogna soffermarsi a riflettere per dare un destino più turistico a Potenza e fare in modo che siano i turisti a sceglierla come destinazione più di quanto non avvenga adesso. Il Capodanno è stato un esempio che ha confermato come la forza degli eventi porta risultati anche in termini di presenze e arrivi, come confermano i dati di crescita del 2016. Gli stessi eventi, il dinamismo culturale e artistico, i musei aperti e fruibili in base alla domanda di mercato, sono elementi prioritari di un posizionamento della città, oltre a confermare il ruolo centrale di connessione tra varie azioni. Non è un caso, ad esempio, che sia stata scelta Potenza per presentare nei prossimi giorni la nuova guida sul mototurismo in Basilicata e non è un caso il protagonismo del capoluogo in azioni di promozione del turismo scolastico e congressuale in particolare.

Ma Potenza non è solo città, è anche comprensorio e con il suo comprensorio esiste un rapporto forte di scambio e integrazione. Capita infatti che il capoluogo abbia bisogno di attingere ai posti letto dei comuni limitrofi quando vi sono importanti occasioni che non rendono sufficiente la capacità ricettiva della città, come capita che la stessa Potenza possa beneficiare di un’offerta ampia e diversificata di cui il circondario è ricco. Accade così che promuovere il Volo dell’Angelo, o il Ponte alla Luna o la Grancia (solo per fare degli esempi a poche decine di minuti dal centro cittadino) equivalga in maniera evidente a promuovere Potenza e la sua offerta, proprio perché per un turista proveniente ad esempio da grandi città italiane, queste distanze sono irrisorie e fanno facilmente percepire tale offerta come offerta direttamente di Potenza.

Partendo da questi pochi elementi - che certamente necessiterebbero di approfondimenti ulteriori – siamo sicuri dell’utilità del dibattito sul tema ma si continui anche a collaborare ed a non perdere di vista le azioni di sistema e le strategie più ampie di una sola singola azione.

 

Mariano Schiavone

Direttore Generale APT Basilicata

 

Matera e la Basilicata alla Milanesiana

  • Matera e la Basilicata alla Milanesiana

    • La XVIII edizione de La Milanesiana, il festival di letteratura, musica, cinema, scienza, arte, filosofia e teatro ideato e diretto da Elisabetta Sgarbi, ha aperto i battenti a Milano lo scorso 22 giugno e si chiuderà il 12 luglio 2017. Anche per quest’anno si rinnova la collaborazione dell’Agenzia di Promozione Territoriale della Basilicata con la kermesse milanese riportando il tema del “viaggio in Basilicata” in vari appuntamenti che vedranno protagonista la regione e la sua offerta “Una rinnovata intesa – ha commentato il direttore generale dell’APT, Mariano Schiavone - orientata a Milano come un mercato privilegiato della nostra azione di promozione e che risiede nella straordinaria forza evocativa del paesaggio lucano che si identifica in Matera, sua Città simbolo e Capitale europea della cultura per il 2019, e nella possibilità di far conoscere un immenso patrimonio di bellezza attraverso la voce degli artisti e degli scrittori contemporanei”. E’ in questo contesto che si è affidato il racconto della Basilicata e della “sua Matera” allo scrittore franco-marocchino Tahar Ben Jelloun, condotto da Apt e Milanesiana nel suo viaggio nella Città dei Sassi. Un racconto del viaggio che ha già avuto le prime anticipazioni nei giorni scorsi sulla grande stampa nazionale (La Repubblica, Il Corriere della Sera, L’Espresso) e che proseguirà negli appuntamenti in programma a Milano nei prossimi giorni. L’evento della Milanesiana, sarà inoltre l’occasione che Apt e Regione Basilicata coglieranno per rafforzare i rapporti di collaborazione con la Città di Milano, con cui sono nate azioni di scambio finalizzate alla promozione del territorio lucano già dallo scorso Natale.
  • Il programma

Le mostre della Milanesiana

Tahar Ben Jelloun
La mia Matera

Progetto di Luca Volpati
Organizzazione Gallerie Ceribelli
In collaborazione con APT Basilicata

GALLERIA JANNONE
28 Giugno > 12 Luglio

Inaugurazione mercoledì 28 Giugno ore 12
Intervengono:
Tahar Ben Jelloun
Cristina Battocletti

Viaggio in Italia: Basilicata

Giovedì 29 Giugno ore 12
Gallerie di Piazza Scala
Intesa Sanpaolo

Intervengono:
Franco Toffoletto
Antonio Calbi
Tahar Ben Jelloun
Vittorio Sgarbi
Luigi Mascheroni

In collaborazione con APT Basilicata e Fondazione Corriere della Sera

Tahar Ben Jelloun racconta “la sua Matera” sulla stampa nazionale

Tahar Ben Jelloun racconta “la sua Matera” sulla stampa nazionale
Collaborazione tra Apt e La Milanesiana

La Repubblica, Corriere della Sera, L’Espresso: sono le prime autorevoli testate nazionali che in questi giorni stanno raccontando la Basilicata e Matera attraverso gli occhi di Tahar Ben Jelloun, lo scrittore franco-marocchino ospite dell’Apt Basilicata a Matera a febbraio, in collaborazione con La Milanesiana.

Una collaborazione con il festival di letteratura, musica, cinema, scienza, arte, filosofia e teatro ideato e diretto da Elisabetta Sgarbi, in programma a Milano dal 22 giugno al 12 luglio 2017, che si rinnova anche quest’anno e che porta a raccontare la Basilicata attraverso gli occhi di prestigiosi autori mondiali.

Dopo Michael Cunningham nel 2016, l’iniziativa ha dunque condotto quest’anno a Matera Tahar Ben Jelloun, il quale racconterà il suo incontro con la Città dei Sassi durante la kermesse milanese, incontro che sta già dando i primi concreti risultati sulla grande stampa nazionale.

“Matera è una sinfonia. – scrive Ben Jelloun su La Repubblica di oggi – Bisogna tendere l’orecchio per sentirla. Un’armonia che deriva più dal caso che dalla mano dell’uomo. Caso o forza della natura, potenza della roccia. Scolpita nella pietra, nella dura roccia, nel sogno di uomini e donne che si nascondevano lì per amarsi. Alcuni per pregare, implorare il cielo di essere indulgente con quella gente umile le cui case, spesso modeste, sono le une sulle altre. Altri peri rievocare il passato, una memoria carica di storia e di sconvolgimenti”.

“Nell’incontro con la Città dei Sassi – ha scritto il direttore generale dell’Apt, Mariano Schiavone, nell’introduzione al catalogo La mia Matera dello scrittore e artista Premio Goncourt per la letteratura nel 1987 – Jelloun avrà forse risentito l’emozione di Pier Paolo Pasolini, che qui ritrovò il proprio «villaggio vivente nella memoria», i luoghi e i volti del suo “Vangelo secondo Matteo” che in Palestina erano andati perduti. Luoghi e volti tradotti da Jelloun in quella specialissima poesia visiva che incrocia segni e simboli di mondi solo apparentemente distanti – Fès, Tangeri, Rabat, Parigi, Matera – consegnati in un’opera di risignificazione originale e imprevista, filtrata dalla sensibilità non comune di un intellettuale e giornalista impegnato, voce fra le più autorevoli e originali della letteratura contemporanea, capace di utilizzare con eguale intensità molteplici linguaggi e forme espressive”.

“Matera che oggi mi fa venir voglia di disegnare, – continua lo scrittore – di dipingere, di mettere colore là dove la pietra ha un unico colore. Ho voluto vestire questa città unica di sogni dai colori vivaci, colori che ho immaginato e disposto come un vestito sulle spalle di una sposa”.



 

“Questo sito utilizza i cookie. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso.” Info aggiuntive | Close