Itinerari di arte

Itinerari di arte

I nostri borghi veri e propri giacimenti culturali. More »

Itinerari naturali

Itinerari naturali

Un territorio verde ancora incontaminato vera sorgente di benessere More »

 

Scavi di Rossano di Vaglio

  • Il Santuario della dea Mefite a Rossano di Vaglio

Nella metà del IV secolo a.C., a pochi chilometri da Serra di Vaglio, sorge Rossano di Vaglio, principale centro religioso e culturale delle antiche genti lucane insediate nelle aree interne della Basilicata.

La gran parte delle iscrizioni, in lingua osca e alfabeto greco e poi in caratteri e lingua latina, rilevano una continuità di culto, particolarmente per la principale divinità, dea Mefite, “colei che sta nel mezzo”, tra il mondo dei vivi e quello dei morti.

In Mefite, dea adorata dai lucani, si ritrovano i poteri di Afrodite, la dea greca della bellezza, ma anche di Demetra, che assicurava l’alternarsi delle stagioni e quindi un buon raccolto: implorare un buon raccolto e l’arrivo di un figlio era quello che le donne lucane chiedevano alla dea.

La peculiarità del sito di Rossano è l’assenza di un vero edificio templare all’interno dell’area sacra.

Il sito sarebbe da collocarsi nella tipologia del témenos ossia quello che in greco si definisce “recinto sacro”: si ha la presenza, in posizione centrale all’interno dell’area sacra, delle costruzioni di una grande ara probabilmente articolata su più terrazze collegate da scalinate.

Sono stati ritrovati gioielli in argento e in oro che decoravano il simulacro in bronzo della dea.

Rinvenute, nelle stipi votive (depositi di oggetti portati in dono e come ex voto), statuette in terracotta, gioielli e armi di piccole dimensioni che venivano offerte dai fedeli.

Sulla facciata orientale del muro (quella probabilmente esposta verso una terrazza inferiore), sono state rinvenute tracce di operazioni rituali.

  • Fotogallery

  • Come raggiungere l’itinerario